Uranya.

La donna avanzò a passo deciso. I suoi lunghi capelli castani scendevano sulle spalle con grande eleganza, ma lei li raccolse legandoli dietro la testa, assumendo un contegno pronto all’azione. Indossava una veste rossa e finemente adornata, miracolosamente pulita nonostante il fango della foresta per cui aveva camminato.

Il suo sguardo deciso rivelava un’indole ferma, che non ammetteva repliche o incertezze.

La sua voce era salda quanto la sua andatura; il suo volto rivelava una donna affascinante, benché, per i suoi tratti decisi, apparisse forte come i più spietati combattenti delle arene.

Era abituata a comandare, e avrebbe volentieri sacrificato la sua vita per la missione che aveva intrapreso.

Aprì bocca, e la sua voce suonava solo leggermente incrinata dalla preoccupazione, mentre fissava le altre due figure accanto a lei.

“Siete pronte, sorelle, a compiere il sacrificio per cui siamo state cresciute? Siete certe di possedere la forza d’animo necessaria?”

Credits:

Photo: Matteo Campanella
Make up: Melly
Stylist: Manu
Make Up Products: Estée Lauder, Aveda
Model: Angela
Story Teller: Marco Picone
Location: Castello di Carimate

[ This post is also available in: Inglese ]


4 commenti su “Uranya”

Monday, 23 January 2012 alle 08:32

[…] Uranya aveva ascoltato le promesse solenni delle sue due discepole, Krystel e Maya. […]

Monday, 6 February 2012 alle 08:29

[…] sacerdotessa Uranya sollevò al cielo le mani, che reggevano un talismano dorato su cui era inciso il simbolo della […]

Thursday, 23 February 2012 alle 13:36

[…] di sé si domandava cos’avrebbe fatto alla vista del nemico: sarebbe stata forte quanto Uranya e Krystel? O avrebbe ceduto alla paura, offrendo il fianco […]

Monday, 24 December 2012 alle 14:34

[…] Uranya aveva ascoltato le promesse solenni delle sue due discepole, Krystel e Maya. […]

Posta un commento