Krystel.

Le tre donne si guardavano negli occhi intensamente. La figura al centro, il capo della spedizione, aveva parlato, richiedendo un pegno. Le altre due esitarono, ma solo per un istante. Poi, lentamente, una delle due s’inginocchiò con grazia. Il suo viso era sereno, gli occhi profondi ma dolci.

Krystel era chiaramente abituata ad obbedire, ma la sua non era cieca sottomissione. Aveva deciso di servire la Dea e sapeva che il Suo volere era fonte di vita. Nulla avrebbe distolto Krystel dall’incarico della sua vita. Parlò con voce soave, una voce che pareva canto, armoniosa qual era.

“Sì, sorella, sono pronta. Io, Krystel, ho consacrato la mia vita alla Dea, e sono pronta a servirla in qualsiasi modo Ella vorrà. Con queste parole”, proseguì leggera, “rimetto a Lei la mia esistenza, e sono pronta a compiere il sacrificio”.

Credits:

Foto: Matteo Campanella
Make up: Melly
Stylist: Manu
Prodotti Make Up: Estée Lauder, Aveda
Modelle: Kristina
Story Teller: Marco Picone
Location: Castello di Carimate

[ This post is also available in: Inglese ]


3 commenti su “Krystel”

Monday, 23 January 2012 alle 08:30

[…] aveva ascoltato le promesse solenni delle sue due discepole, Krystel e […]

Sunday, 1 April 2012 alle 12:28

[…] and bible black. Krystel udì un fiume che scorreva in lontananza. Aveva fiutato il suo avversario e sapeva che si […]

Monday, 24 December 2012 alle 14:33

[…] il discorso con sguardo timoroso, ma Krystel le sfiorò appena il braccio, come per rassicurarla. Maya annuì con il capo: sì, grazie al […]

Posta un commento