Maya.

La terza donna osservò nervosa le due che avevano parlato prima di lei.

Era giovane, più delle altre, e ancora incerta nei modi. Volse lo sguardo verso la sacerdotessa, come a chiedere consiglio. Poi si piegò di scatto, le ginocchia toccarono terra con un leggero tonfo.

Maya era giovane, focosa e titubante, mescolava l’impeto adolescenziale con un’incertezza inesperta. Con voce tremante, iniziò a recitare:

“Io, Maya, giuro…”

Esitò per un attimo, poi continuò: “… di consacrare la mia vita alla Dea, e di servirla come meglio potrò. Se Lei mi comanda, compirò il sacrificio”.

Concluse il discorso con sguardo timoroso, ma Krystel le sfiorò appena il braccio, come per rassicurarla. Maya annuì con il capo: sì, grazie al sostegno delle sue sorelle era davvero pronta.

Credits:

Foto: Matteo Campanella
Make up: Melly
Stylist: Manu
Prodotti Make Up: Estée Lauder, Aveda
Modelle: Federica
Story Teller: Marco Picone
Location: Castello di Carimate

[ This post is also available in: Inglese ]


3 commenti su “Maya”

Thursday, 23 February 2012 alle 13:32

[…] Maya vagava per le sale, la balestra accurata pendeva al suo fianco. […]

Monday, 26 March 2012 alle 07:07

[…] Lo inseguiva ormai da ore, la spada in mano, lo sguardo fisso e concentrato. Talvolta pensava a Maya, chiedendosi se la sua più giovane sorella fosse riuscita a sconfiggere la paura della prima […]

Monday, 24 December 2012 alle 14:34

[…] Uranya aveva ascoltato le promesse solenni delle sue due discepole, Krystel e Maya. […]

Posta un commento