Starless and bible black.

Krystel udì un fiume che scorreva in lontananza.
Aveva fiutato il suo avversario e sapeva che si acquattava nella vegetazione, laddove il bacino fluviale era più basso.
Lo inseguiva ormai da ore, la spada in mano, lo sguardo fisso e concentrato.
Talvolta pensava a Maya, chiedendosi se la sua più giovane sorella fosse riuscita a sconfiggere la paura della prima volta, quella paura che Krystel aveva già affrontato e sconfitto molto tempo addietro.
Giunse alle sponde del fiume. Nessun rumore, nessuna presenza.
Maya penserebbe che questo luogo è deserto”, rifletté Krystel con un sorriso. Ma lei sapeva bene quanto sia ingannevole la realtà e che per riconoscere il nemico occorre un lungo e faticoso addestramento. Un addestramento cui lei si era sottoposta con orgoglio, fin da quando era bambina.
Strinse l’impugnatura della spada.
Il suo nemico, creatura simile a un serpente, ma ben più grosso e inquietante, sibilava sulle sponde. Fu un attimo. Con un colpo netto di spada, Krystel ne troncò l’orrendo corpo, spezzandolo in due.
Ripose silenziosamente la spada nel fodero: anche questa volta, il volere della Dea era compiuto.

Krystel rivolse un ultimo pensiero a Maya. “Un giorno crescerai, affronterai le tue paure. E io sarò al tuo fianco, come sempre, pronta a sostenerti”, pensò.

Credits:

Photo: Matteo Campanella
Make up: Melly
Stylist: Manu
Make Up Products: Estée Lauder, Aveda
Hair Style Products: Aveda
Model: Melly
Story Teller: Marco Picone
Abito: Albino
Pochette: Azzurra Gronchi
Bracciale: Zahir Creazioni

[ This post is also available in: Inglese ]


Posta un commento